,

Sta per essere registrata ufficialmente sul portale del GSE l’esperienza di Autoconsumo Collettivo (AUC) del condominio in Via Bardonecchia a Torino, promosso dalla LL Italia, società di costruzioni da sempre orientata sui temi delle energie rinnovabili e del risparmio energetico. Il condominio oggetto di questa nuova forma energetica è costituito da 21 alloggi, alimentati da due impianti fotovoltaici, uno sul tetto e uno sulla parete rivolta a sud, per una potenza complessiva di 255 kW ed una produzione annua di 293.239 kWh.

,

Il Comune di Magliano Alpi, attento ai nuovi modelli energetici, ha voluto rendere atto concreto la sua adesione al Manifesto delle Comunità Energetiche per una centralità attiva del Cittadino nel nuovo mercato dell’energia, promosso dall’Energy Center del Politecnico di Torino, dando vita alla prima comunità energetica del nord Italia, registrata come associazione presso l’Agenzia delle Entrate con il nome di Comunità Energetica Rinnovabile Energy City Hall, con referente il Sindaco.

,

Nel Comune di Ferla, paese di circa 2.300 abitanti in provincia di Siracusa, l’amministrazione ha deciso di costituire e avviare una comunità di energia rinnovabile che prende il nome di “Common Light – mettiamo insieme le nostre energie”, seguendo lo schema dell’associazione non riconosciuta.

,

L’Azienda LA.M.PLASTIC nasce nel 1958 a S. Martino di Lupari, nel padovano, specializzata nella produzione di appendiabiti in plastica, con 11 linee produttive che annualmente ne realizzano più di 5 milioni. L’azienda veneta dimostra la sua attenzione all’ambiente attraverso la realizzazione, tra il 2008 e il 2012, di quattro impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva di 585 kW in grado di assicurare la completa autosufficienza energetica all’azienda e permettendo di risparmiare annualmente 427 tonnellate di CO2 e 130 tonnellate di petrolio.

,

Il 14 maggio è stato inaugurato a Pinerolo, comune piemontese facente parte della “Oil Free Zone”, il primo condominio d’Italia operativo in regime di autoconsumo collettivo. L’opera è stata realizzata dalla società pubblica di energia elettrica e gas, Acea Energia, in joint venture con Tecnozentih, con la collaborazione dell’Energy Center del Politecnico di Torino, ed è caso studio nell’ambito del progetto europeo Horizon 2020 “Buildheat”.