Comunità Energetica Rinnovabile “Common Light”

Mettiamo insieme le nostre energie
SHARE
, / 0
Comunità Energetica Rinnovabile “Common Light”

Nel Comune di Ferla, paese di circa 2.300 abitanti in provincia di Siracusa, l’amministrazione ha deciso di costituire e avviare una comunità di energia rinnovabile che prende il nome di “Common Light – mettiamo insieme le nostre energie”, seguendo lo schema dell’associazione non riconosciuta. Il progetto si sviluppa durante il percorso di formazione Peer-to-peer organizzato all’interno del progetto MULTIPLY e prende piede nel maggio 2021. 

La Comunità Energetica siciliana, aperta al libero ingresso (ed uscita) sia di privati cittadini che di Piccole e Medie Imprese sul territorio le cui utenze ricadono all’interno della stessa cabina di trasformazione di media tensione/bassa tensione, è alimentata da un impianto fotovoltaico da 20 kW messo a disposizione dall’unico socio-produttore della comunità energetica, ovvero il Comune di Ferla. 

Dal punto di vista della governance, il modello associativo previsto si fonda sul cosiddetto schema “one head-one vote” (una testa-un voto), rendendo a tutti gli effetti l’Assemblea della comunità energetica l’organo sovrano a cui spettano le decisioni. L’assemblea è affiancata da un Consiglio Direttivo al quale spettano le funzioni esecutive e di gestione, nonché l’adozione delle azioni mirate a dare concretezza agli obiettivi della comunità. 

Il modello economico prescelto si basa sul reinvestimento del denaro ricevuto dalla Comunità per la realizzazione di ulteriori impianti fotovoltaici o di sistemi di accumulo. L’obiettivo, quantomeno in una prima fase, è quello di incrementare la potenza installata così da poter disporre di una maggiore quota di energia rinnovabile condivisa fra i partecipanti della Comunità di Energia Rinnovabile.  

L’esperienza di Ferla è stata messa in evidenza nel percorso di formazione dedicato alle 6 Amministrazioni all’interno del progetto Multiply con l’obiettivo di aiutare piccole e grandi città a diventare più vivibili e resilienti al cambiamento climatico utilizzando come strumento chiave la pianificazione urbana integrata.  

LEGGI DI PIU’ SUL COMUNE DI FERLA