Comunità Energetica Rinnovabile di Ussaramanna

Azioni di welfare energetico
SHARE
, / 0
Comunità Energetica Rinnovabile di Ussaramanna

Il Comune di Ussaramanna, un piccolo borgo di 512 abitanti in provincia del Medio Campidano in Sardegna, ha avviato la realizzazione di una comunità energetica da fonti rinnovabili sul proprio territorio con l’obiettivo di abbattere le bollette energetiche dei cittadini partecipanti, senza richiedere alcun investimento da parte loro.

I risultati della campagna di preadesione lanciata dal Comune hanno superato le attese: sono state raccolte, infatti, 130 manifestazioni d’interesse di famiglie e imprese, complete dei dati di consumo annuo divisi per fascia. L’Amministrazione ha stabilito di realizzare la prima CER entro il perimetro interessato dalla cabina di trasformazione a cui afferiva il maggior numero di utenti aderenti. Saranno dunque 90 le famiglie che andranno a costituire la prima comunità energetica a livello comunale, ma la volontà dell’Amministrazione è quella di realizzare ulteriori impianti fotovoltaico al servizio di nuove comunità nel territorio.  

Il Comune ha valutato di farsi carico dei costi di attivazione della CER, di realizzazione degli impianti fotovoltaici e dei successivi costi operativi, perciò tutto il beneficio economico sarà destinato ai cittadini aderenti. Un primo impianto fotovoltaico della potenza di 60 kW, per una produzione annua di circa 76.800 kWh, al servizio della CER è già installato sul Municipio, un secondo sarà installato sul deposito comunale, ed infine, è in fase di valutazione la realizzazione di un terzo impianto fotovoltaico, sempre su superficie comunale. A maggio sarà costituita l’associazione, mentre si prevede che entro l’autunno 2021, gli impianti saranno installati e allacciati. Una volta registrata la CER nel portale del GSE, potranno essere valorizzati i benefici economici derivanti dalla tariffa premio e dal corrispettivo unitario per l’energia autoconsumata istantaneamente e dalla vendita dell’energia prodotta, che saranno ridistribuiti tra i membri della stessa comunità secondo criteri di ripartizione stabiliti dagli stessi membri con l’apposito Regolamento.