Premio Comune 100% Rinnovabile

SHARE
, / 0
Premio Comune 100% Rinnovabile

Dal 1999 nel Comune di Cavalese in Val di Fiemme è presente un impianto di teleriscaldamento a biomassa che, data la presenza nella zona di un vero distretto industriale dove operano segherie e falegnamerie, vede negli scarti quali segatura, cippato, truciolo e corteccia una valida risorsa da utilizzare nell’impianto.
L’impianto di sostituisce oggi oltre 3.500.000 di litri di gasolio da riscaldamento, crescendo con continuità negli anni. Nel 2010 è stato scelto di produrre energia elettrica da biomasse in cogenerazione. Cavalese è concessionario della rete di distribuzione elettrica che viene fornita ad imprese e famiglie attraverso una rete comunale locale.  Per estendere l’obiettivo dell’autosufficienza energetica anche elettrica si è quindi installata nel 2012 una nuova sezione dell’impianto con una turbina da 1 MW. Ad oggi quindi l’impianto di BioEnergia Fiemme detiene una potenza termica a biomassa di oltre 14 MW e oltre alla cogenerazione elettrica a biomassa è stato anche deciso di installare pannelli fotovoltaici per oltre 400 kW di cui una parte della produzione viene usata per gli autoconsumi di centrale. La rete è lunga oltre 30 km con oltre 600 scambiatori installati in scuole, edifici pubblici, case private, alberghi, servizi, artigiani, industrie. In un’ottica di economia circolare vista la produzione di buona quantità di segatura dal distretto industriale del legno di Fiemme è stato deciso di creare un’ulteriore filiera energetica producendo pellet di qualita. Poiché da diversi anni la Val di Fiemme ha raggiunto l’87% di raccolta differenziata si è deciso di trarre un’ulteriore opportunità di sviluppo realizzando un impianto di digestione anerobico del rifiuto organico. Un impianto da 1 Mw di potenza che utilizzando 45.000 tonnellate di frazione organica produce quasi 9.000.000 kWh di energia elettrica rinnovabile oltre a 12.000.000 di kg di compost di grande qualità.
L’iniziativa allargata alla popolazione attraverso un ampio processo partecipativo ha consentito al territorio di essere direttamente protagonista. I soci della società sono infatti molto numerosi e diffusi e rappresentano le varie declinazioni e attitudini del territorio. Bio Energia Fiemme è quindi una sorta di public company dove i clienti del teleriscaldamento sono azionisti, dove il Comune titolare del suolo è azionista, dove la Magnifica Comunità di Fiemme titolare dei boschi è azionista, dove le segherie locali che producono gli scarti sono azionisti, dove le imprese costruttrici dell’impianto sono azionisti come pure le banche ed il sistema del credito cooperativo locale che ha finanziato l’iniziativa.