Polo produttivo della bioeconomia

SHARE
, / 0
Polo produttivo della bioeconomia

A marzo 2015 è stato approvato il progetto di Renovo Spa che prevede la realizzazione nel Comune di Caltagirone di un impianto per la produzione di energia elettrica e termica, alimentato con biomassa ottenuta dagli scarti agricoli e forestali raccolti entro un circuito di filiera corta di massimo 70 km dal sito produttivo. L’impianto sarà al servizio delle linee di produzione di pallet ecologici realizzati esclusivamente con legno post-utilizzo e per la produzione di biomateriali per la bioedilizia, biocosmetici e nuove applicazioni biomedicali. L’energia termica verrà ceduta alle due linee, quella per i pallet e quella per le  biotecnologie, garantendo un’elevata efficienza energetica dell’intero processo e il ricorso quasi esclusivo alle fonti di energia rinnovabile. L’impianto avrà una potenza di 1 MW elettrico e circa 4 MW termici, ed è stato progettato e realizzato interamente da aziende di nazionalità italiana. Il progetto di Renovo vede la partecipazione in qualità di partner di Legambiente, Cooperativa Sociale “Il Nodo” di Catania, Conai e CNR e verrà finanziato dal Fondo etico immobiliare Green Star – Comparto Bioenergie, gestito da Ream Sgr Spa. Il fondo etico ha come obiettivo la realizzazione di iniziative che rispettino i valori di sostenibilità economica ed eticità e che siano capaci di creare valore sociale nei territori di riferimento. Attraverso la fabbricazione di pallet ecologici si processerà in loco una quota significativa delle oltre 30.000 tonnellate di legno da riciclo con un’evidente ricaduta positiva per l’economia locale ed un concreto abbattimento nelle emissioni di CO2 legate al trasporto su gomma. A regime, il Polo produttivo della Bioeconomia di Caltagirone offrirà occupazione nuova e qualificata a oltre 80 persone, scelte fra le categorie socialmente disagiate del territorio attraverso la Cooperativa Sociale “Il Nodo”.