Microfotovoltaico a spina

SHARE
, / 0
Microfotovoltaico a spina

Nel Comune di Faenza (RA) sono recentemente stati installati diversi compensatori di consumo elettrico legati al progetto denominato “Microfotovoltaico a spina One Way”. Tale sistema è finalizzato a favorire una capillare diffusione delle microtecnologie per l’autoproduzione elettrica domestica, in particolare tramite fotovoltaico, con interventi mirati all’edilizia popolare esistente e agli alloggi in locazione o temporanei attualmente esclusi da qualsiasi apporto di energia rinnovabile. Tale evoluzione mira a semplificare e a rendere fruibile in ogni ambito abitativo l’efficientamento energetico, a basso impatto ambientale, in linea con gli obiettivi Comunitari in materia, Direttiva 2012.27 EU. Ciò è possibile grazie ad un generatore connesso in sicurezza, semplicemente esponendolo al sole e inserendo la spina in dotazione in una comune presa domestica, per generare energia elettrica 220 Volt conforme allo standard di rete che compensa in tempo reale i prelievi degli elettrodomestici. L’impianto di micro-fotovoltaico proposto è caratterizzato da basso costo, circa 700 euro, e semplicità d’utilizzo. Il sistema nella versione standard da 0,25 kWp, identificabile quale servofreno ai consumi domestici, genera mediamente 250-280 kWh/anno. Ad oggi sono circa 162 le famiglie, distribuite in 60 diversi comuni italiani, che hanno adottato questo innovativo sistema, connettendo secondo le personali necessità energetiche da una a quattro unità e confermando, dalla verifica delle bollette elettriche, risparmi dall’8 al 12%.