L’azienda agricola Sant’Anna nel comune di Bagnoli di Sopra (PD), si è classificata al secondo posto nel concorso Nazionale Migliori Pratiche Bioenergy 2014. Al motore del biogas ha accoppiato un piccolo turbogeneratore (ORC) che le consente di convertire in ulteriore energia elettrica il calore residuo del biogas, aumentando di un 10% l’efficienza energetica di impiego della biomassa. Grazie all’adozione della rotazione colturale il piano dieta, si è arricchito di grano 15%, sorgo e barbabietola 15% sia a ciclo estivo che invernale 15%: in questo modo si è ridotto drasticamente l’uso ed il consumo dei fertilizzanti. L’impianto di digestione anaerobica, ha una potenza di 990kWee 1.310 kWt con generatore ORC, che garantisce una produzione di 7.600 MWh/anno con 10 gg di fermo per manutenzione ordinaria. Il calore prodotto riesce a coprire il fabbisogno dell’impianto, il pretrattamento delle biomasse e degli uffici e abitazioni anche grazie al calore recuperato col sistema ORC. Tramite redazione del piano di concimazione, bilancio di azoto, campionatura del digestato e dei terreni e grazie all’utilizzo dei dati di raccolta del sistema GPS, lo spandimento del digestato solido/liquido apporta nei terreni le giuste dosi di elementi nutritivi e sostanza organica, permettendo la riduzione/eliminazione della concimazione in sintesi. Nell’azienda è stato inoltre installato un impianto fotovoltaico composto da  213 vele (stringhe) con inseguitore esteso 7.289 mq di superfice di superficie ricevente. Tale impianto permette di produrre 1.400.000 KW elettrici ogni anno e così di evitare l’immissione in atmosfera di 490 tons di CO2 ogni anno.

Per ulteriori informazioni potete visitare sito internet dell’azienda sant’Anna

Leave a Reply

Your email address will not be published.

due × tre =