Il concorso BioEnergy 2014 ha premiato l’esperienza dell’Azienda Lanfredi nel Comune di Acquanegra Cremonese (CR). Pioniere italiano del biogas, ha realizzato un impianto dimensionato sulla produzione aziendale di effluenti, molto semplice ed efficiente, che ha prodotto quasi 7.000 MWh senza mai avere problemi di interventi straordinari. L’intera filiera di approvvigionamento prevede il 100% di deiezioni bovine ovvero 7.330 t/anno di liquami e 4.400 di letame di origine integralmente dall’azienda. L’impianto è del tipo a digestione anaerobica in cogenerazione, composto da due reattori operanti in temperatura mesofila di 40°C, con potenza installata di 115 kWe e160 kWt. La costante omogeneità e quantità dei sottoprodotti ha consentito di produrre in modo costante oltre 900 MWh/anno con circa 7800 ore di produzione. L’utilizzo del calore prodotto è servito per riscaldare i fermentatori, per riscaldare 850 mq di uffici aziendali e abitazioni e fornire acqua calda sanitaria per abitazioni, vitelli e sala mungitura. Essendo stato uno dei primi impianti in Italia, è stato oggetto di visite da parte di cittadini, scolaresche e anche da agricoltori interessati a vedere il funzionamento di un digestore alimentato unicamente con effluenti zootecnici, azzerando completamente l’uso dei concimi chimici grazie all’utilizzo del digestato, il quale viene distribuito da un apposito impianto interrato con dosatore assistito da GPS.

Per maggior approfondimento leggi anche:

- La direzione Agricoltura incontra Luciano Lanfredi di Acquanegra Cremonese (CR)

- Bioernergy 2014